Come la mamma gestisce il tempo? i sogni e la realta – TiraMammiSù

Come la mamma gestisce il tempo? i sogni e la realta

Tante di noi, prima di diventare madre, sognavano felicemente di come sarebbe stato facile e semplice prendersi cura del bambino e gestire la casa, diventando una madre dolce e saggia, mantenendo, al contempo, il ruolo di moglie sempre bella e sorridente, e forse, un po’ più tardi, anche una brava professionista sul lavoro.

Eravamo…

… brave a gestire il tempo, ognuna a modo suo. Tutto era in ordine al lavoro, a casa, nel cuore e nel “look”… Ognuna aveva un suo “sistema” dipendente dallo stile di vita e dal tipo di lavoro che faceva. In ogni caso, ciascuna di noi, poteva trovare il tempo per sé, e proprio per questoвопрос времени rimanere se stessa. Proprio di queste “noi stesse” i nostri mariti e compagni si sono innamorati. E insieme abbiamo un po’ corretto i nostri sistemi di gestione del tempo per vivere in coppia. Poi è arrivato il bimbo. E questi sistemi di gestione del tempo, che avevano

superato la verifica degli anni, hanno smesso di funzionare in un minuto!

Sognavamo così tanto di godere di un angioletto, in casa, tra i caldi abbracci del nostro compagno! Invece facciamo sempre

di corsa tutto il “necessario” per il bimbo e la famiglia e, strada facendo, litighiamo col marito per mancanza di aiuto e comprensione. E stiamo ancora e ancora applicando il modo di organizzare il tempo, a cui eravamo abituate … ma in vano.

Però, se riusciamo a

comprendere tre cose fondamentali,

tutto può essere diverso, più bello, più piacevole e anche più luminoso!

Primo – a ragione, sin dai tempi antichi, madri e mogli venivano chiamate “custodi del focolare domestico”. Proprio perché la madre è la “chiave di volta” di tutta la famiglia. Come il cuore, con il suo campo elettromagnetico, dà il ritmo all’attività del cervello e di tutto il corpo, cosi la madre porta l’energia in tutta la famiglia. Questo vuol dire che è tutto nelle nostre mani!

Secondo – Il sistema di gestione del tempo e delle priorità è la base di qualsiasi attività. Ci sono tantissimi libri e corsi su come gestire il tempo al lavoro e su come avere prestazioni “olimpiche”, facendo tutto “Citius, Altius, Fortius!” (“Più veloce!, più in alto!, più forte!”). Le aziende pagano tantissimi soldi ai consulenti di “time-managment” (gestione del tempo). E funziona! Peccato che i consigli, scritti dagli uomini per aziende o professionisti,  funzionano quasi esclusivamente nel mondo degli uomini e per gli uomini. O, al massimo, per le donne che hanno scelto uno stile di vita libero, senza impegni familiari, o che, ancora, non ne hanno. “Il Bambino – e’ un processo irreversibile”, ci hanno detto al corso preparto riferendosi ad entrambi i genitori. Però per le donne i cambiamenti sono sempre un po’ di più. Infatti, una volta diventato padre, l’uomo inizia ad avere più responsabilità. Però resta abbastanza libero nella gestione del tempo, soprattutto rispetto al lavoro che sta svolgendo. Invece, una volta diventata madre, per te cambia ogni piccola cosa, che stai facendo. Rispetto al lavoro d’ufficio,

Le particolarità del nostro “lavoro di madre”,

che include lavori domestici e cura del bambino, sono le seguenti:

  • Dobbiamo svolgere, contemporaneamente, molti compiti differenti e pensare, in anticipo, a mille cose e sempre allo stesso tempo.
  • Non esiste una chiara divisione del tempo per i diversi compiti; a volte neppure tra quello per il lavoro retribuito e quello per la casa.
  • Dobbiamo essere pronte, per il nostro “lavoro di madri”, 24 ore su 24 / 7 giorni alla settimana / 365 giorni all’anno. E non esistono fine settimana, ferie o malattia.
  • Aumento del carico emotivo. Dobbiamo occuparci anche dell’organizzazione delle persone più care, e non solo di cose delle quale possiamo dimenticarci non appena le abbiamo pianificate.
  • Abbiamo bisogno di adattarci alle esigenze dei bambini e del nostro compagno. Non si può fare da sole, non possiamo dimetterci da questo lavoro, non si può licenziare nessuno, non esistono “anelli deboli” della catena che si possono ignorare e non esiste un sistema stabile e costante, perché i bambini, e le loro esigenze, cambiano continuamente man mano che crescono.
  • Ci sono frequenti cause di forza maggiore. Frequenti per non dire continue!

Sicuramente tutto questo crea stress. E, di conseguenza, cerchiamo un modo per diminuirlo e per organizzarci. Raccogliamo consigli da tutte le parti e proviamo a metterli in atto. Però non possiamo permetterci il lusso di agire a caso. Il tempo scorre, i bambini crescono, le relazioni col compagno e i bimbi non possono attendere e, mentre tentiamo di tutto, la stanchezza aumenta.

Ed ecco che arriva la terza cosa molto importante: l’esperienza. L’esperienza di persone che già hanno percorso la stessa strada, che hanno raggiunto risultati usando non solo consigli sparsi, ma un sistema definito. E da cui si può apprendere.

Se tutto quanto hai letto sopra si applica anche a te, allora ho una notizia.

Una buona notizia!

Eccola:

  • buona notiziaLa vita con i bambini può essere davvero facile e divertente!
  • E’ possibile mantenere viva, e addirittura accrescere, la fiamma all’interno della coppia!
  • Una madre può realmente svolgere da sé tutte le faccende giornaliere!
  • E’ sicuramente possibile trovare tempo per se stessa, le proprie passioni e la professione preferita!

 

 

… A condizione di utilizzare i semplici strumenti e principi che ti propongo. Non si tratta di “pillole magiche” e vaghe promesse. Piuttosto, si tratta di nuove informazioni, di cose apparentemente ovvie, ma viste da un’altra prospettiva e, soprattutto, di una chiara guida d’azione. Quindi, se vuoi cambiare per il meglio, se vuoi una vita più armoniosa per te stessa e per la tua famiglia… continua a leggere!

Ale Tàmbovtseva

Donna, Moglie e Mamma felice. Esperta di Gestione del Tempo, Armonia Familiare e Discipline Olistiche per la Salute, unica in Italia ad aver conseguito il prestigioso Diploma Flymama® - un metodo innovativo, sistematico e pratico per trarre la massima soddisfazione dall’essere Mamma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *